La perfezione non esiste

Vivo, a volte, un certo sentimento di invidia mista a stupore quando leggo post chilometrici formalmente perfetti. Non posso che chiedermi di quale pasta siano fatti questi blogger capaci di sfornare simili gemme, e perché a me non riesca la stessa cosa se non dopo innumerevoli revisioni. Poi mi fermo, scrivo anche io qualcosa (ehi, […]

Un salvagente ci salverà dalla frustrazione

Solo, per una notte. No, la virgola non è al posto sbagliato. Se avessi scritto Solo per una notte avrei indicato un evento che succede solo per una notte. Ma quella insignificante virgola, segno di interpunzione da tutti bistrattato – a tal punto che poi, nello scrivere un testo complesso, mi trovo addirittura a eliminare per […]

principe valium

Il principe Valium

Per fortuna che avevo preparato un piano editoriale. Tutto bello ordinato, con le caselline colorate, con gli argomenti, le classi di contenuto, i titoli e cippalippalaminchia. In pratica un documento identico a quelli che redigo per i piani di comunicazione dei miei clienti, con una differenza: riesco a seguire i loro, ma se il progetto […]

Ci risiamo

Dal 27 ad oggi 8 marzo avrei dovuto scrivere almeno 3 o 4 articoli per il blog. E invece nisba. Mi sono perso – se così si può dire – in un casino di lavoro e attività extra-curriculari (che poi sono quelle che ci rendono vivi e non delle macchinette) tra cui suonare, portare avanti […]

Aggiornamenti

Rapidissimo aggiornamento sull’avanzamento dei miei progetti (ed è quando ti metti a fare dei SAL davanti allo specchio che le cose ti sono sfuggite di mano). Sono in ritardo terribile con il resoconto del mio viaggio in Nepal. A mia parziale difesa c’è che il resoconto è ormai un libro di oltre 120 pagine. Spero in […]

La forza evocativa di un immagine

Lo so, sono in ritardo. Avrei dovuto rompervi le uova con una recensione e un editoriale che parla di copywriting e invece ero a Londra – città alla quale mi sento di appartenere e nella quale con ogni probabilità non vivrò mai – a uccidermi di birra e British Museum. Ho visitato il British ormai […]

Un pupazzo senz’ali – una storia di violenza domestica

Il racconto breve di oggi è sul tema della violenza domestica. Ho usato delle immagini molto forti, e scriverlo – seppur nella sua brevità – è stato difficile. Emotivamente difficile. Non amo usare una ferocia così esplicita, ma in questo caso ha letteralmente intriso il racconto; d’altronde la distruzione dell’innocenza è di per sé materiale da incubo. […]

Crederci (storia di una storia)

Ho appena finito – come al solito sul filo di lana – di editare il racconto per il concorso 88.88 della YOWRAS (acronimo di Young Writers and Storytellers). Dico come al solito perché tra il lavoro e la mia naturale predisposizione a lavorare meglio sotto pressione mi sono trovato a ideare e scrivere il racconto in […]

Una questione di visibilità (e ossessione) social

L’altro giorno leggevo un post sul blog di Livio Gambarini. Diceva, giustamente, che ha preso in mano seriamente la gestione dei social per promuovere la sua attività come scrittore. C’è da dire che Livio è sempre stato molto bravo, e in questi due anni ha fatto un lavoro egregio. Ecco, il suo post ha focalizzato un pensiero che […]