Aggiornamenti

Rapidissimo aggiornamento sull’avanzamento dei miei progetti (ed è quando ti metti a fare dei SAL davanti allo specchio che le cose ti sono sfuggite di mano).

Sono in ritardo terribile con il resoconto del mio viaggio in Nepal. A mia parziale difesa c’è che il resoconto è ormai un libro di oltre 120 pagine. Spero in settimana di concludere la prima stesura, anche perché devo iniziare a lavorare sul romanzo. In compenso sono successe diverse cose belle (oltre alle solite tempeste di merda lavorative, con clienti che mi prendono per una macchina sforna pay-off. Non hanno ancora capito che se un pay off è composto di 3 o 4 parole non vuol dire che ci si metta pochi minuti a scriverlo. Ma tant’è.) tra cui l’acquisto di una nuova pipa.

Ma la news della settimana è che ho portato per la prima volta Janine in concerto. E chi cazzo è Janine, vi chiederete.

Janine è il mio contrabbasso. Janine dai fianchi larghi. Ha pure un orecchino, appeso a una delle chiavette. E in questa foto siamo in concerto con il mio amico Enrico Morello dei Fostroo.

Ero agitato. Agitatissimo. Un contrabbasso non è un basso, è molto più fisico, attira l’attenzione. Ed Enrico è molto bravo e avevo il terrore di fargli fare brutta figura. E invece io e Janine ci siamo comportati bene e abbiamo portato a termine la missione. Il ghiaccio è stato rotto, e spero di poter ripetere l’esperienza al più presto.

Questa settimana ho dovuto mettere da parte la scrittura. Musica, lettura, lavoro, progetti personali – tutto si metteva in mezzo, e non ho avuto un momento libero per scrivere, tanto che con mio rammarico ho bucato la consegna di un racconto per un concorso.

Questa settimana devo stringere i denti. Nel frattempo vi lascio con la mia recensione di Metallo Urlante, un libro di Valerio Evangelisti, scritta per RivistaFraLeRighe.

E per oggi è tutto, passo e chiuso.

 

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Rispondi